banner0

Manifesti choc: la procura apre un fascicolo

Martedì 12 Novembre - 08:00

La procura di Bolzano ha aperto un fascicolo sul caso dei manifesti, affissi dal partito secessionista Sued-Tiroler Freiheit in tutto l'Alto Adige, che ritraggono un cadavere e la scritta "Il medico non conosceva il tedesco", per rivendicare in questo modo l'obbligo di bilinguismo nella sanità pubblica in Alto Adige. A presentare due esposti erano stati il consigliere provinciale del Movimento 5 Stelle, Diego Nicolini, da Fdi e il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli. La procura ha aperto i due fascicoli come atto dovuto, ma per ora sono contro ignoti e non prevedono ipotesi di reato. Si tratta quindi di una fase preliminare degli accertamenti che saranno eseguiti dalla magistratura sulla vicenda.

La nostra Piattaforma multimediale