banner0

Operazione Matrioska della Polizia di stato e della Guardia di finanza di Trento

Mercoledì 03 Marzo - 11:07

Sono quattordici gli indagati identificati e nove le persone tratte complessivamente in arresto per frode informatica aggravata e riciclaggio transnazionale. E’ il risultato dell’operazione Matrioska effettuata falla polizia di stato e dalla Guardia di finanza di Trento. Lo scorso 13 ottobre 2020 erano stati tratti in arresto sette indagati (cinque italiani, un rumeno e un cingalese), rei di aver costituito un sodalizio di “cyber criminali” specializzato nella truffa della compromissione della email aziendale). Bande di cyber criminali che intascavano pagamenti relativi all’acquisito di beni e servizi dio aziende ignare. Nella “rete informatica” erano finite una società trentina (fornitore) del settore siderurgico ed una società bosniaca (cliente). Adesso gli investigatori hanno identificato due ulteriori complici, un italiano della provincia di Reggio Emilia ed un nigeriano, che hanno fattivamente partecipato, per il tramite di 2 società, una emiliana e l’altra veronese, al riciclaggio transnazionale dei 600.000,00 euro illecitamente sottratti alle società frodate.

La nostra Piattaforma multimediale