banner0

Il nuovo Dpcm. Sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile

Mercoledì 03 Marzo - 12:32

Sono le prime misure anti Covid firmate da Mario Draghi. Il decreto entrerà in vigore il 6 marzo e resterà valido fino al 6 aprile, inclusa Pasqua. La novità più rilevante riguarda le scuole. Dal 6 marzo nelle zone rosse vengono sospese le attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell'infanzia ed elementari. Nelle zone arancioni e gialle, i presidenti delle Regioni potranno disporre la sospensione dell'attività scolastica: nelle zone in cui vi siano più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell'arco di 7 giorni. Resta il “coprifuoco” alle ore 22 e fino alle 5 del mattino. In tutta Italia è vietato spostarsi tra regioni, anche se si trovano in fascia bianca o gialla. Chi vive in zona rossa non può andare a trovare a casa amici e parenti nemmeno una sola volta al giorno, come era invece a Natale. Si può andare nelle seconde case, ma soltanto se si trovano in una regione gialla o arancione e soltanto se per farlo non si deve uscire da una regione arancione scuro o rossa. Vietato, in ogni caso, invitare amici o parenti che non facciano parte del proprio nucleo familiare. In zona gialla bar e ristoranti possono restare aperti fino alle 18. Da quell’orario in poi è consentito l’asporto, fino al coprifuoco delle 22. Nei weekend e nei giorni festivi e prefestivi i negozi all’interno dei centri commerciali devono restare chiusi Nelle zone rosse, saranno chiusi i servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici. Palestre e piscine e impianti sciistici rimarranno chiusi in tutta Italia. Ancora vietate tutte le forme di assembramento, anche in zona bianca. Quindi le feste restano off limits. E le discoteche devono restare chiuse, come i centri fieristici e congressuali.

La nostra Piattaforma multimediale